Descrizione Progetto

Lo sbiancamento dei denti vitali consiste nell’applicare sulla superficie dei denti un gel a base di perossido di idrogeno. L’ossigeno presente in esso penetra attraverso lo smalto e lo decolora dalle macchie che si sono create nel tempo, senza che venga alterata la sua struttura.

L’applicazione può essere eseguita in studio (sbiancamento professionale)il quale ha il vantaggio di essere effettuato in una sola seduta e in meno di un ora, oppure a casa con delle mascherine individuali realizzate in studio (sbiancamento domiciliare). Le due procedure differiscono anche nella concentrazione più o meno alta di ossigeno nel gel e nei tempi di posa; sta al professionista valutare la procedura più idonea.

La durata del risultato ottenuto dipende essenzialmente dalla singola persona; praticando una buona igiene orale specialmente dopo aver assunto alimenti e bevande che macchiano i denti, il risultato potrebbe durare per molto tempo.

In alcuni casi i denti devitalizzati con il tempo possono scurire. La procedura di sbiancamento (sbiancamento endodontico) è diversa da quella utilizzata per i denti vitali: il gel sbiancante una volta inserito all’interno del dente mediante una cavità, viene lasciato agire per qualche giorno.

Non possono invece essere schiariti i denti che presentano corone e otturazio

 

Metodo Air-Flow

Il sistema AIR-FLOW è un metodo innovativo di igiene  professionale per i nostri denti, utile per la rimozione totale ed efficace del biofilm dentale.  Se usato con polveri al bicarbonato elimina anche tutte le macchie di fumo e altre sonzanze coloranti.Si tratta di un sistema particolarmente indicato per fumatori ma anche per i consumatori abituali di cibi coloranti come per esempio caffè, tè, vino.

La placca dentale che si deposita sulla superficie dei nostri denti contiene milioni di batteri, i quali, se non trattati, creano un biofilm che a sua volta diventa terreno di riproduzione resistente ai farmaci e alle difese immunitarie del corpo. Tale biofilm causa malattie quali parodontite( per i denti) o perimplantite(per gli impianti). Con il dispositivo Air Flow vengono proiettati un getto controllato di aria compressa, acqua demineralizzata e specifiche particelle di micropolvere sottile di glicina ed eritritolo sulla superficie dei denti. Lo scopo di questo trattamento è quello di rimuovere il biofilm batterico ovvero la placca, il tartaro e le pigmentazioni senza dolore, e aiuta la rigenerazione del tessuto parodontale.

 

Per combattere il biofilm batterico negli spazi sottogengivali più inaccessibili, il nostro studio dispone inoltre del sistema PERIO-FLOW, strumento che permette di raggiungere le tasche parodontali più profonde ed inaccessibili, con maggiore efficacia e comfort per il paziente rispetto ai sistemi tradizionali o ad altri strumenti maggiormente invasivi.

I Metodi originali AIR-FLOW e PERIO-FLOW sono sistemi efficaci, affidabili e delicati sui tessuti poiché non causano alcun danno alla superficie dentale. Inoltre sono  confortevoli per i nostri pazienti poiché si svolgono senza l’ausilio di alcun strumento meccanico evitando in questo modo qualsiasi tipo di rumore fastidioso.

Sono impiegati per curare varie problematiche molto comuni nei nostri pazienti perseguendo sia lo scopo preventivo che conservativo:

  • rimuovono i pigmenti e le macchie dentali antiestetiche presenti in particolare nei pazienti fumatori e nel consumatori abituali di cibi coloranti (caffè, tè, vino);
  • rimuovono il biofilm dentale prevenendo in questo modo i disturbi parodontali come gengivite e parodontite (causa a sua volta di “alito cattivo”);
  • combattono il biofilm batterico formatosi negli spazi sottogengivali più inaccessibili;
  • raggiungono le tasche parodontali più profonde ed inaccessibili, con assoluta efficacia e comfort per il paziente;
  • contribuiscono a mantenere saldi gli impianti prevenendo mucositi e perimplantiti;
  • puliscono e decontaminano i solchi dei denti che dovrebbero essere sigillati;
  • puliscono, decontaminano e lucidano la superficie dentale prima dell’applicazione di apparecchi ortodontici;